fbpx

Intervista a Eva De Marco – TedxUdine

 
2 Kudos
Don't
move!

Mescolare sapere e informazione: renderli efficaci, dinamici, stimolanti non è impresa semplice, specialmente se a mancare è una dose sufficiente, ma necessaria, di curiosità.

Ad una settimana dall’evento, in un clima febbrile, Constraint Magazine vi anticipa ciò che avrete modo di scoprire Venerdì 3 marzo.
Con il motto “ideas worth spreading” (idee che meritano di essere diffuse) il TEDx sceglie la città di Udine come location d’eccezione.
Il “Tempo” è il contenitore di pensiero, il tema che accompagnerà i dodici speakers per la durata delle proprie talk.

Una scelta, quella del “tempo”, nata da attività del quotidiano :
<< Ci piace ricordare come è stato scelto il tema (…) Ci siamo ritrovati davanti ad un caffè e dopo 5 minuti di chiacchiere abbiamo cominciato a discutere dalla relatività alla fisica(..); siamo  pervenuti alla scelta di ragionare sul tempo (…); immaginare che il tempo non sia solamente quello lineare, quello a cui siamo abituati; (..) immaginare di poterlo rimodellare, immaginare di viverlo da un punto di vista diverso, a seconda delle proprie esperienze di vita, a secondo del proprio lavoro>> spiega Matteo Troìa, co-organizzatore dell’evento.

 

Una corsa contro il tempo non è solo il tema della giornata:
il tempo si è rivelato tiranno anche per chi, fra gli appassionati, non è riuscito ad accaparrarsi il biglietto. Non preoccupatevi: se siete arrivati in ritardo, per curiosi e appassionati, sarà comunque possibile assistere alla diretta streaming sul canale ufficiale You Tube del TEDxUdine. E non è tutto: potrete assistere alla proiezione delle talk, a pochi passi dall’evento, presso il Bar Gianduia.

Da sempre il TEDx si propone come forum indipendente rivolto a realtà locali accomunate da un sentimento di rinnovamento dell’offerta culturale.
E’ certamente questo il caso della realtà di Udine che, a tal fine, si avvale di una forte collaborazione con il Comune di Udine, l’Università e Confcommercio (non esitiamo a ricordarvi che tutti i partecipanti, muniti di biglietto, potranno godere di uno sconto presso i negozi del centro aderenti all’iniziativa).

Le sorprese non tarderanno a mancare: sotto l’ Arco Bollani, alle ore 9.30,  il team TEDx inaugurerà l’edizione udinese con una  sorpresa che – vi diamo la nostra parola-  non rivela ma custodisce gelosamente.

Non vogliamo svelarvi di più: il prossimo venerdì la città si trasformerà in un “palcoscenico delle idee “ mescolando, in un mix tanto potente quanto travolgente, conoscenza, informazione e innovazione.

TEDxUdine

Vi lasciamo con le parole di Eva De Marco, l’organizzatrice di TEDxUdine a cui Constraint Magazine ha rivolto alcune domande. Di seguito, l’intervista.
Ci vediamo sotto l’arco Bollani, alle ore 9.30.
Munitevi di inventiva e curiosità.


Il 3 marzo la città di Udine ospiterà per la prima volta un’edizione di TEDx. La giornata verterà sulla riflessione del concetto di “tempo”. Come è nata l’idea di sviluppare questo tema?

Quando ho deciso di voler organizzare questo primo TEDx a Udine la scelta di portare come tema trainante il tempo, è arrivata spontanea. Questo perché era un periodo della mia vita in cui avevo cominciato delle letture riguardanti la percezione del tempo nel quale si passava da un significato scientifico a uno più meditativo. Mi riferisco alla teoria del Biocentrismo di Robert Lanza e alle varie forme di meditazione. Da questi aspetti, come madre lavoratrice, non poteva mancare  il concetto di tempo nella vita e nel lavoro.

I biglietti sono stati esauriti in pochissimo tempo. Il Team si aspettava un tale successo?

Un tale successo proprio no e questo ci riempie di soddisfazione e ci ripaga del lavoro fatto finora.

Durante gli interventi verranno presentate diverse storie e diverse sfaccettature del “tempo”. Qual è il principale messaggio che volete trasmettere ai partecipanti?

Imparare a vivere il presente. Quello che è successo e quello che verrà non c’è. Esiste invece l’istante, e su quello dobbiamo costruire la nostra vita.

TEDxUdineTEDxUdine sostiene la causa ecologica e il rispetto dell’ambiente. Il 3 marzo verrà presentato il “progetto di impronta carbonica”. Di cosa si tratta?

Faremo un calcolo della CO2 immessa nell’ambiente durante il nostro evento attraverso un breve questionario rivolto al pubblico partecipante. A partire dal dato calcolato acquisteremo crediti di CO2 in favore di un progetto di riforestazione che sarà presentato proprio il 3 marzo. Tutto questo grazie al supporto dell’Associazione Animaimpresa di Udine a PlantVivo.

Da sempre TEDx mira al dialogo e al confronto libero e informato. Questa tendenza si è rafforzata o meno fra le nuove generazioni? Quanto è importante motivare i giovani nel ricercare spazi di confronto? 

Grazie a TED e TEDx abbiamo davvero la possibilità di conoscere e informarci. Poter ascoltare l’altro permette di metterci in discussione e riflettere su come la pensiamo su diversi fronti. Per questo TED è davvero di grosso aiuto ma la vera motivazione nasce in ognuno di noi, senza quella non si va avanti. Senza l’entusiasmo, la voglia di fare e una mente aperta saremmo sempre fermi. Ad accogliere questo entusiasmo però ci deve essere la generazione precedente capace di ascoltare.

 

TEDxUdine 3 marzo 2017
per maggiori informazioni: www.tedxudine.com

 

Articolo di Chiara Tomè