Intervista a Chantal Iacobucci per l’uscita del brano inedito 5AM

 
10 Kudos
Don't
move!

Chantal Abanga Iacobucci classe 1995, giovane cantante udinese ora trasferitasi all’estero da diversi anni per motivi di studio e musica. Continua sulla strada da cantautrice con il suo secondo brano inedito: 5AM. Il brano è stato interamente prodotto a Udine da Master Studio e Chantal.
Ad accompagnare il brano un video clip realizzato da Simone Vrech (‘Move 11 Productions) che verrà rilasciato il 31 gennaio sulle diverse piattaforme. Al video partecipano anche altri professionisti udinesi della danza contemporanea: Matilde Ceron (‘Scuola Danza Ceron’) e Marco Pericoli, artisti che si dividono tra Vienna e Udine.
Andiamo a scoprire tramite una piccola chiacchierata cosa aspettarci da questa giovane cantautrice:

Ciao Chantal! Possiamo ascoltare per la prima volta il tuo secondo brano: 5AM. Ti va di raccontarci un po’ di cosa parla?

Ciao Alessandra! Devo dire che 5 AM è un brano che mi ha coinvolto molto emotivamente. Parla del tradimento, e in particolare, del momento in cui ci si rende conto di essere stati traditi. La canzone ripercorre le fasi attraversate da una persona che viene tradita: tristezza, rabbia ed indifferenza. Vorrei che questo brano servisse di conforto a tutte le persone che si trovano in una situazione simile, ricordando loro che alla fine di una brutta serata c’è sempre l’alba di un nuovo giorno.

Ascoltando questo brano possiamo riconoscere delle influenze soul-pop americane ma con una spolverata di grinta italiana. A chi ti ispiri quando scrivi e componi i tuoi brani, in particolare 5AM?

Mi ispiro sempre ad eventi che mi hanno segnato profondamente. Non riuscirei mai a comporre qualcosa che non mi rappresenta, semplicemente perché non saprei come comunicare ciò che sento alle persone. I miei artisti di riferimento non sono da meno: Jojo e P!nk sono sempre riuscite ad emozionarmi e farmi vivere la loro musica, spero di riuscire a fare lo stesso a mio modo.

Da anni vivi e studi all’estero, cosa stai studiando? Quali differenze hai trovato tra la tua città natale e quella in cui vivi attualmente, Losanna? Cosa ti manca di Udine?

È una domanda un po’ complicata! Mi sono laureata in Economia e Management del Turismo, a Losanna, e ora mi sto prendendo qualche mese per lavorare prima di cominciare il Master in Arte e Spettacolo del Berklee College of Music (campus di Valencia). Diciamo che mi muovo abbastanza spesso! Però Udine è, e sarà sempre, il mio punto di riferimento. La mia famiglia e i miei amici mi mancano costantemente, però anche i taj di vin e il buon frico friulano non sono da sottovalutare!

Ora che appunto vivi fuori come pensi possa migliorare culturalmente (eventi, concerti, artisti, ecc.) Udine?

C’è sempre spazio per migliorare, questo è certo! La fortuna di Udine è che è geograficamente ben posizionata, e gode di influenze sia italiane, che austriache, che slovene. Mi piacerebbe che Udine diventasse un punto di ritrovo per artisti di ogni genere, in cui ci si scambiano idee e si sviluppano progetti. Nel piccolo, penso che un co-working space per l’arte e la musica possa migliorare significativamente le interazioni fra i diversi gruppi. La diversità é ciò che ci rende unici, va sfruttata!

Grazie Chantal a presto e in bocca al lupo!

Grazie a te! A presto

Per seguire e scoprire di più su questa giovane artista:
Facebook: Chantal
Youtube: Chantal
Instagram: Chantal
Spotify: Chantal