fbpx

“Concerto Botanico”, domenica 16 giugno uno dei luoghi più belli del Friuli si apre al pubblico

 
0 Kudos
Don't
move!

Domenica 16 giugno, lo storico parco di Palazzo Coronini Cronberg a Gorizia aprirà alle ore 19.30 per una visita guidata; a seguire, ore 21.00, il “Concerto Botanico” dell’Hortus Ensemble. L’evento fa parte di “Musica Cortese”, il festival internazionale di musica antica che si svolge per tutta l’estate nei centri storici della regione. Il festival è organizzato da “DRAMSAM Centro Giuliano di Musica Antica di Gorizia”, mentre la direzione artistica è affidata al musicologo e ricercatore Valter Colle.

Valter Colle

Per il secondo appuntamento di “Musica Cortese” è prevista una serata all’aperto interamente dedicata alla natura e alla musica. Il concerto sarà eseguito dalla Hortus Ensemble, gruppo specializzato in musica antica composto da: Ludovico Mosena alla ghironda e ai fiati; Pietro Modesti al cornetto; Luca Piccioni alla chitarra barocca, al liuto rinascimentale e alla voce; Massimiliano Dragoni al salterio e alle percussioni antiche. Per quanto riguarda la parte sulle piante e sugli erbari, invece, a presentare i testi sarà Fabio Cavalli.

Ludovico Mosena

Ludovico Mosena

Come potete vedere, si tratta di strumenti molto antichi e ricercati, un’occasione davvero unica per immergersi nella magica atmosfera del mondo di ieri. Uno strumento, in particolare, sarà protagonista nel raccontare il passaggio dal Medioevo all’epoca barocca: la ghironda. Lo strumento, presente da sempre nel mondo colto e nella tradizione orale della musica occidentale, è costruito sul rapporto tra le corde e la ruota: quest’ultima, girata da una manovella, sfrega le corde senza mai interromperne il suono, sostituendo il tradizionale archetto e restituendo un suono tipico e riconoscibile nell’estetica di tutti i tempi.

la Ghironda

la Ghironda

L’iniziativa nasce dal desiderio di approfondire il rapporto fra musica e fiori. La natura, sin dall’antichità, ha sempre suscitato una curiosità notevole nei confronti dell’uomo. Fiori e piante traboccano dagli erbari medievali con tutte le loro complesse simbologie, passando per gli erbari figurati dei medici e dei naturalisti della rivoluzione scientifica, per arrivare fino ad oggi dove le loro proprietà terapeutiche sono sempre più studiate come alternativa ai farmaci tradizionali. Il “Concerto Botanico” è l’espressione musicale dedicata a questo rapporto tra musica e natura, “dal seme allo strumento, ai fiori, la pece e resine, i colori e le forme. Così, come lo strumento racconta la natura, così egli stesso è il risultato di questa”.

Come per tutti gli eventi di “Musica Cortese”, la serata è a ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per info: www.dramsam.org; email: dramsamcgma@gmail.com; tel: +393381882364.